Skip to main content

È morto l’uomo più anziano del mondo.

Anziano

Mbah Gotho, l’indonesiano che affermava di avere 146 anni, è morto nel suo villaggio, sull’isola di Giava. Diceva che il suo segreto per vivere a lungo fosse la pazienza. La sua tomba era pronta da 25 anni.
L’uomo indonesiano più anziano del mondo, che dichiarava di avere 146 anni, è morto nel suo villaggio, nel centro dell’isola di Giava. Secondo i suoi documenti, Sodimedjo, conosciuto anche come Mbah Ghoto («nonno Ghoto»), è nato nel dicembre del 1870. L’Indonesia ha iniziato a registrare le nascite solo dal 1900, ma i funzionari, intervistati dalla BBC, sostengono che i suoi documenti siano validi.

È stato portato in ospedale il 12 aprile perché non si sentiva bene. Sei giorni dopo ha insistito per tornare a casa.

«Da quando è tornato dall’ospedale, ha mangiato solo cucchiai di porridge e bevuto molto poco», ha detto il nipote Suyanto. «È andato avanti così un paio di giorni, e da quel momento fino alla sua morte, si è rifiutato di mangiare e bere». Il funerale è stato celebrato lunedì scorso: una pietra che era rimasta accanto alla sua casa per molti anni è stata posta sopra la tomba. «Non ha chiesto molto prima di morire: ha voluto che noi, la sua famiglia, lo lasciassimo andare», ha detto il nipote.

Nelle ultime interviste, Mbah Goto aveva spiegato che il suo segreto per vivere a lungo, oltre al buon cibo, alla serenità e al riposo, era la pazienza. Aveva festeggiato il suo ultimo compleanno con i vicini di casa, suo nipote, Suryanto, la moglie Suwarni e le figlie Erika e Anisa. Erano i parenti più stretti che gli rimanevano: era sopravvissuto a tutti i suoi 10 fratelli, alle quattro mogli e ai figli.

No votes yet.
Please wait...